Conto alla rovescia per la Festa del Cross

26 Febbraio 2018

Presentata la rassegna tricolore in programma il 10 e 11 marzo. Baldini: "Mi piacerebbe portare Gubbio in Europa..."


 

Ci risiamo. E' iniziato il conto alla rovescia per la Festa del Cross, il campionato italiano individuale e di società per tutte le categorie che per il terzo anno consecutivo si disputerà a Gubbio (quest'anno sabato 10 domenica 11 marzo) nell'affascinante percorso disegnato nel verde del Teatro Romano. La presentazione, che si è tenuta al Park Hotel Ai Cappuccini, ha visto ancora una volta la presenza di uno dei personaggi simbolo dell'atletica italiana, il campione olimpico di maratona ad Atene 2004 Stefano Baldini. "Mi piacerebbe portare Gubbio in Europa, se non proprio per i campionati almeno per altre gare. Sarà che qui mi sento a casa…" le parole del Direttore Tecnico allo Sviluppo della FIDAL che nell'occasione ha sottolineato anche come Gubbio sia riuscita a superare altre candidature molto forti. 

Un appuntamento, quello di Gubbio, diventato quindi un "classico" della corsa campestre in Italia per la soddisfazione del sindaco Filippo Maria Stirati, dei rappresentanti regionali della FIDAL, il presidente Carlo Moscatelli e il suo vice Fabio Pantalla, del presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza e della società Gubbio Runners rappresentata dal vecchio presidente, Marco Busto, ora responsabile tecnico della manifestazione, e dal nuovo Enrico Ceccarelli. "E’ motivo di orgoglio profondo - ha sottolineato il sindaco - per un risultato insperato che ha portato alla riconferma dei campionati di corsa campestre anche per il 2018. E’ un traguardo che ci promuove a pieni voti come ‘città dello sport’, con una vocazione di accoglienza e di qualità per la capacità che ha Gubbio di ‘fare squadra’, grazie anche  al volontariato che anima la comunità e in questo caso alla ‘Gubbio Runners’, senza la quale nulla sarebbe stato possibile, e grazie anche ad un ottimo staff comunale, con gli assessori al turismo e allo sport e ai funzionari che contribuiscono all'eccellente organizzazione". Il presidente del Coni Ignozza  ha avuto parole di elogio e apprezzamento per il sindaco e per la città, ricordando che proprio l’Ufficio Turismo del Comune gestisce la logistica alberghiera di circa 2.500 presenze. "Il Comune dimostra grande sensibilità anche verso manifestazioni sportive di carattere sociale e il rapporto che si è stabilito è di reciproca intesa e soddisfazione. Contribuisce  il  paesaggio unico e la bellezza della città, e una spalla come la ‘Gubbio Runners rende tutto più facile".  Plauso confermato da Moscatelli che ha creduto per primo alla scelta di Gubbio, sostenuto dalla passione per l’atletica leggera e dalla immediata accoglienza del sindaco per la prima edizione nel 2016. "È un grande onore per il comitato regionale della Fidal e per tutta l’atletica umbra ospitare per il terzo anno consecutivo la Festa del Cross, frutto di un connubio tra il comitato Fidalumbria e Gubbio Runners che si è potuto ottenere il successo che tutti gli addetti ci riconoscono e il grande rapporto che si è instaurato da subito con il Sindaco Stirati e tutta l’amministrazione comunale. La festa del Cross, una delle manifestazioni più partecipate del panorama della Fidal, porta nella nostra Regione oltre 4000 tra atleti e accompagnatori e da sempre una diretta Rai e se eccezionalmente per la terse volta consecutiva, vuol dire che quello che abbiamo messo in campo è stato veramente all’altezza". Dopo i saluti del presidente della Gubbio Runners Ceccarelli che ha sottolineato la straordinaria crescita del gruppo, Busto ha ricordato che "rimangono pressoché invariati percorso e specialità, mentre la cerimonia di inizio non sarà più a Piazza Grande ma direttamente nell’area del Teatro Romano. Inoltre un importante convegno è previsto per sabato 10 al Park Hotel Ai Cappucini, con la presenza di Luciano Gigliotti,  che ha portato da allenatore all'oro olimpico sia Baldini che Gelindo Bordin (Seoul 1988).

Le due  giornate di corsa campestre vedranno oltre 2.000 atleti e centinaia di società provenienti da tutta Italia più le 20 rappresentative regionali in gara nel criterium cadetti. Una ventina, fra individuali e di società più i tantissimi in palio nelle staffette assoluti e master, i titoli tricolore in paliooltre al trofeo per regioni e cadetti. Le gare, seguite dal vivo da almeno 10.000 visitatori, saranno trasmesse in diretta su Rai Sport. Una grande visibilità per il territorio e per i partner della manifestazione, in un campo gara assolutamente particolare, immerso in un contesto paesaggistico che farà vivere a tutti, anche all'atletica italiana, un’esperienza davvero unica.

Tra le presenze di spicco dell’atletica leggera sono previsti campioni del calibro della giovanissima Nadia Battocletti, già vincitrice lo scorso anno nella sua categoria, le allieve e quest'anno in gara fra le jnunior, e Yeman Crippa, oro tricolore a Gubbio nel 2016. 

Glass Unbreakable

Al termine della conferenza gli organizzatori si sono lasciati andare ad una battuta: "non ci dispiacerebbe disputare le gare con la neve come oggi!". E come dargli torto, lo scenario al Teatro Romano con la neve è ancor più incantevole.  

 

 




Condividi con
Seguici su: