Un grande meeting a Rubiera

12 Settembre 2017

Mennea Day nell'ambito del Run Jump & Throw di Rubiera: grande gara negli 800 metri maschili vinta da Francesco Conti.


 

Nel giorno dell'anniversario (sono passati oggi 38 anni) del fantastico record mondiale dei 200 metri di 19.72 nei 200 metri a Città del Messico di Pietro Mennea, si sono disputati praticamente in tutte le regioni italiane i "Mennea Day", a ricordo del grande campione barlettano.

Per l'Emilia Romagna la sede del Mennea Day era Rubiera, con il meeting regionale Run Jump & Throw organizzato dalla Pol. Scandianese e dalla Corradini Rubiera.

Erano stati preannunciati nomi importanti presenti al meeting di Rubiera e alcune gare estremamente qualificate, in primis gli 800 metri maschili, con diversi iscritti con personali inferiori a 1'50". E infatti la prima serie, con i tempi migliori, è stata veramente notevole. Si è imposto Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis), campione italiano promesse, personale di 1.48.30 il 20 giugno di quest'anno a Scandiano, a pochi km da Rubiera, in una gara sempre molto qualificata, vinta, ma con il rimpianto di avere mancato per pochissimo il minimo per i Campionati Europei Under 23. Oggi Conti ha rivinto, con il tempo di 1.48.45, che è il suo 2° tempo di sempre e ha regolato lo junior 1° anno Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946) con 1.48.52, primato personale migliorato esattamente di mezzo secondo. Al 3° posto il carabiniere Mattia Moretti con 1.48.81, 4° Simone Marinoni (G. Alpinistico Vertovese) con 1.49.57, primato personale, a seguire Gabriele Bizzotto (Cus Parma) 1.51.20, Enrico Riccobon (Atl. Brugnera Friulintagli) 1.52.66, Lorenzo Pilati (Atl. Valli di Non e Sole) 1.53.18. Passaggio ai 400 metri in 52.6, con Riccardo Tamassia (Fratellanza 1874 Modena) in prima posizione. E che dire della seconda serie vinta da Lorenzo Casini (Atl. Firenze Marathon) in 1.50.74, con un trio emiliano dal 3° al 5° posto: Simone Bernardi (Atl. Imola Sacmi Avis) 1.52.00, Kevin Menzani 1.52.38 e Lorenzo Lamazzi, entrambi della Fratellanza 1874 Modena, 1.52.95. Belle prestazioni di atleti della nostra regione anche nelle altre serie, con gli junior Alessandro Lombardi (Fratellanza 1874 Modena) 1.58.37 e Stefano Perini (Corradini Rubiera) 1.58.47 e l'allievo Filippo Masini (Self Montanari Gruzza) 1.58.92.

E veniamo alle gare dei 200 metri, maschili e femminili, valide per il Mennea Day. Nella seconda serie promozionale era in gara il detentore delle m.p.n. cadetti dei 200 e 300 metri, il laziale Lorenzo Benati (Atl.

Roma Acquacetosa), che ha vinto in 22.75, con un forte vento contrario -2,1, che gli ha impedito di provare a ritoccare il suo record di 21.98 (Roma 3/6/17). Nel Mennea Day per gli assoluti uomini con 7 serie in programma, il miglior tempo è stato del campione europeo juniores di Grosseto 2017 dei 400 hs e della staffetta 4x400 Alessandro Sibilio, 1° in 22.05 (-0,7, che ha preceduto nella serie Simone Pettenati (Fratellanza 1874 Modena) con 22.51, ma che nella classifica dei tempi ha corso con 1/100 in più rispetto al 22.50 (-1,0) di Luis Caceres Fernandez (Cus Parma).

Nel Mennea Day per le assolute donne il miglior tempo è stato per Zaynab Dosso (Corradini Rubiera) che ha festeggiato il suo 18° compleanno con la vittoria in terza serie in 24.93 (-1,3), davanti all'altra junior Desola Oki (Fiamme Oro) in 25.02 e a Federica Giannotti (Fratellanza 1874 Modena) in 25.72.

Nelle altre gare assolute, nel lungo maschile lo junior Andrea Dallavalle (Atl. Piacenza) vince con 7,22 (-1,2), realizzato all'ultima prova dopo che Alessio Guarini (Fiamme Oro) nell'unico salto valido era arrivato a 7,20 (-1,9).

Nei 5000 metri maschili successo di Leonardo Feletto (Atl. Brugnera Friulintagli) in 14.21.72, davanti a Leonardo Bidogia (Assindustria Padova) con 14.38.52. In questa gara si assegnavano anche i titoli regionali promesse e juniores per l'Emilia Romagna, ma è stato assegnato solo il primo in quanto non c'erano atleti juniores in gara; il titolo regionale promesse lo ha vinto Sebastian Fiorini (Atl. Reggio) con il tempo di 15.10.83, davanti a Gianmarco Accardo (Fratellanza 1874 Modena) con 15.34.01.

Nell'alto 2,04 per Kelvin Purboo (Fratellanza), che ha preceduto in classifica lo junior Federico Rivi (Corradini Rubiera) con 1,94.

Negli 800 metri femminili ritorna al successo Chiara Casolari (Fratellanza 1874 Modena) che era ritornata alle gare sabato scorso dopo una lunga assenza con il 2° posto al Trofeo Crotti Ruggeri: 1° posto in 2.12.37, davanti a Ilaria Piazzi (Libertas Runners Livorno) 2.13.24, all'allieva Nicole Menapace (Atl. Valli di Non e Sole) 2.13.60 e ad Alice Cherciu (Corradini Rubiera) 2.15.41.

Nei 5000 metri femminili altri 2 titoli regionali in palio, ma viene assegnato solo quello juniores a Chiara Bazzani (Fratellanza 1874 Modena) con 19.09.00. La gara è vinta da Valentina Bernasconi (Atl.

Mogliano) con 17.04.12, davanti a Ilaria Sabbatini (Avis Macerata) 17.19.93, Agnese Tozzato (Atl. Mogliano) 17.26.46, Francesca Giacobazzi (Fratellanza 1874 Modena) 17.43.94 e Francesca Cocchi (Corradini Rubiera) 17.56.93. Per la master sf60 Maria Lorenzoni (Atl. 85 Faenza) il tempo di 20.17.00, miglior tempo 2017 in Italia per la categoria.

Nel lungo assoluto f. il miglior salto è dell'allieva Elena Rosalba Molaschi (Corradini Rubiera) con 4,96 (-0,5), mentre nel giavellotto assoluto f. 600 gr. il miglior lancio è di un'altra allieva, Maria Bertolini (Cus Parma) con 33,60.

Nelle gare giovanili, nella prima serie dei 300 metri cadette per Laura Elena Rami (Cus Bologna) viene indicato il tempo di 40.28, che sarebbe stato il primato regionale o meglio il miglior tempo di una cadetta "italiana" per la nostra regione, inferiore a 40.5/40.64 di Ambra Gatti del 2008 (nello stesso anno, Judy Udochi Ekeh, non ancora italiana, segnò i tempi di 39.9 e 40.26). Da un successivo controllo il tempo sarà poi rettificato in 42.10 per un errore dovuto a un problema tecnico nel cronometraggio. Rimane comunque una bella prestazione per la cussina che ha un personale di 41.60 realizzato al Trofeo Città di  Fidenza il 28 maggio di quest'anno. Nella gara di oggi 2° posto per Chiara Giovannini (Corradini Rubiera) con 42.68 e 3° per Alice Tedeschi (Acquadela Bologna) con 43.27. 

Nelle altre gare giovanili 6,10 (-1,3) nel lungo cadetti per Matteo Giovannini (Corradini Rubiera). Nei 1000 metri cadette Francesca Vercalli (Atl. Reggio) è prima con 3.14.81, davanti ad Elena Bonafè (Atl. Estense) con 3.15.44. Nel giavellotto cadette 35,20 per Federica Rado (Nuova Atl. Molinella). Nei ragazzi 61,15 nel vortex per Davide Rondanini (Atl. Castelnovo Monti). Nelle ragazze 3.29.21 nei 1000 metri per un'altra atleta di Castelnovo Monti, Francesca Tincani.

Risultati

Galleria fotografica Self Atletica gare giovanili

Galleria fotografica Self Atletica gare assolute

Galleria fotografica Fratellanza 1874 Modena

Giorgio Rizzoli

 

 

 

 

 



Condividi con
Seguici su: