Legnante in pedana senza barriere

14 Maggio 2018

Nel giorno del 40° compleanno, la campionessa paralimpica ha iniziato un nuovo percorso sportivo tra i normodotati: si è tesserata con l’ACSI Italia Atletica per rientrare all’attività agonistica FIDAL


 

La campionessa mondiale e paralimpica del getto del peso Assunta Legnante inizia un nuovo percorso sportivo tra i normodotati e torna all’attività agonistica con la Federazione Italiana di Atletica Leggera, dopo anni di soddisfazioni con l’atletica paralimpica. L'azzurra del getto del peso ha infatti deciso di tesserarsi con l’ACSI Italia Atletica per rientrare alle gare con la FIDAL dopo una pausa di due anni: l’ultima competizione da tesserata risale al 31 ottobre 2015 quando vinse i Mondiali Paralimpici a Doha. Nata a Frattamaggiore (Napoli) il 14 maggio 1978 (proprio oggi compie 40 anni), la Legnante ha cominciato a mettersi in luce fin da giovanissima vincendo il bronzo agli Europei juniores di Lubiana nel 1997.

Nella sua carriera spicca l’oro ai Campionati Europei Indoor di Birmingham nel 2007 insieme alla vittoria ai Giochi del Mediterraneo del 2001 e gli argenti sempre agli Europei Indoor nel 2002 e ai Giochi del Mediterraneo 2009. Attualmente detiene il record italiano indoor con 19,20 ottenuto a Genova il 16 febbraio 2002. 

Assunta ha sofferto fin dalla nascita di un glaucoma agli occhi, che l’ha resa nel 2009 totalmente cieca. Non si è data per vinta, tornando alle gare paralimpiche e conquistando sette medaglie d’oro. Nella sua carriera paralimpica infatti, iniziata con la FISPES nel 2012, la primatista iridata (17,32) ha collezionato tre ori mondiali (Lione 2013, Doha 2015 e Londra 2017) e due trionfi alle Paralimpiadi di Londra e di Rio nel getto del peso F11 (categoria non vedenti). Agli Europei di Swansea 2014 ha conquistato il più alto gradino del podio nel peso e anche nel disco. 

“Sono contenta di tornare alle gare nell’ambito FIDAL - dichiara la Legnante - vestendo la maglia di una delle società più prestigiose dell’atletica italiana, ma anche che si siano fatti passi importanti in Italia verso l’inclusione degli atleti con la mia disabilità nell’atletica. La mia prima gara sarà a Rieti il 26 maggio per la seconda fase del Campionato di Società Assoluto”.

“Siamo veramente orgogliosi di poter annoverare tra le nostre fila - dichiara il presidente del sodalizio capitolino Roberto De Benedittis - una campionessa così importante che ha scritto pagine di storia dell’atletica italiana. Con Assunta ci siamo conosciuti molti anni fa, al Meeting Anna Catalano, e finalmente siamo riusciti a farle indossare la nostra maglia. In questa occasione mi fa piacere farle gli auguri di compleanno ed augurarle il meglio nello sport e nella vita”.

(da comunicati FISPES e ACSI Italia Atletica)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: