Seregno: i campioni della 100 chilometri

16 Aprile 2018

Nella città brianzola, vincono il tricolore assoluto Matteo Lucchese e Cristina Pitonzo. Assegnati anche i titoli italiani master sulla distanza.


 

Matteo Lucchese (Atl. Avis Castel San Pietro) e Cristina Pitonzo (Gs Maiano) sono i nuovi re tricolori della 100 km. A celebrarli è la Cento Chilometri di Seregno-Trofeo Italsilva, la manifestazione brianzola organizzata dai Runners Desio e dal Comune di Seregno e valida in questa stagione (come già accaduto nel 2010, 2014 e 2017) come Campionato Italiano Assoluto e Master, su un percorso di 20 km che ha toccato anche Cabiate, Carate Brianza, Verano Brianza e Giussano.

UOMINI - L’arcano su chi possano essere i protagonisti a Seregno (Monza e Brianza) viene svelato in fretta: dopo 10 km Matteo Lucchese (Atl. Avis Castel San Pietro), Gianluca Tonetti (Team Otc) e lo spagnolo Ibon Esparza guidano già la corsa con 1:23 sul più immediato inseguitore, Silvio Trivelloni (Lazio Atletica Leggera). Al 40esimo chilometri il binomio Lucchese-Tonetti resta al comando mentre Esparza cede terreno (37 secondi): Trivelloni paga 6:46, inseguito a poco più di un minuto dal duo Francesco Lupo (Atl. Imola Sacmi Avis)-Roberto Isolda (Bergamo Stars). Carte rimescolate al transito a metà gara: Tonetti passa in 3h23:36 con Lucchese staccato di 18 secondi, mentre al terzo posto risale Silvano Beatrici (Gs Fraveggio) con un passivo di 7:47 e pochi secondi di margine su Isolda e Lupo, mentre Esparza scivola ottavo a 13:59. Il terzo giro si completa con Lucchese che torna su Tonetti e i più immediati inseguitori che si compattano in un terzetto. Agli 80 km l’epilogo è ancora incerto: Lucchese precede Tonetti di pochi metri mentre Lupo stacca i compagni di avventura e si riavvicina (sia pure a distanza di sicurezza) al tandem di testa. Decisivi sono gli ultimi 10 km: Matteo Lucchese nell’ultima mezza tornata del percorso rifila 2:12 a Tonetti e si impone in 7h03:08, crono decisamente interessante per un atleta che solo 13 giorni fa aveva corso in 2h33:55 sui 42,195 km a Russi. “Sono partito brillante, poi ho corso con maggiore cautela: negli ultimi 10 km ho sfruttato il percorso un pizzico ondulato, più adatto alle mie caratteristiche”, la dichiarazione a caldo del neocampione italiano, romagnolo di 37 anni che nel 2015 fu azzurro ai Mondiali di ultratrail e vinse la Pistoia-Abetone. Gianluca Tonetti, classe 1967, dal canto suo termina in 7h05:26: primato personale migliorato di 10 minuti, un crono che un anno fa sarebbe bastato per il titolo. Francesco Lupo paga invece dazio nel finale ma il bronzo è suo in 7h13:15. Quarto posto per Roberto Isolda in 7h15:02, quinto è Silvano Beatrici con 7h17:34, sesto Federico Borlenghi (Triathlon Cremona Stradivari) in 7h22:36.

DONNE - La sfida tricolore “in rosa” è ricca di colpi di scena.

A prendere la testa per il primo giro è la campionessa italiana assoluta uscente Chiara Milanesi (Fò di Pe), prima al primo passaggio (20 km) in 1h34:54 con 1:20 di margine su Federica Vernò (Marciacaratesi), 2:56 su Elena Di Vittorio (Bergamo Stars) e 3:01 su Cristina Pitonzo (GS Maiano), che nel 2017 fu seconda. Situazione invariata al 40° chilometro: Milanesi al comando con addirittura 5:18 sul tandem Di Vittorio-Vernò e oltre 6 minuti su Pitonzo, poi la leader provvisoria transita in 3h59:40 a metà gara con 6:51 su Di Vittorio e 6:55 su Pitonzo. Nel finale della terza tornata il leit motiv della gara cambia completamente. Dopo 60 km Milanesi è in testa con 4:09 su Pitonzo, nel quarto giro la campionessa uscente alza bandiera bianca e l’argento 2017 può involarsi verso il titolo mentre anche Di Vittorio è costretta al ritiro. Cristina Pitonzo si aggiudica il titolo italiano in 8h32:16, suo secondo crono di sempre sulla distanza dopo l’8h15:02 sempre a Seregno nel 2014. Seconda a tagliare il tagliare il traguardo è la tedesca Julia Fatton (8h48:06), precedendo di pochi secondi l’argento tricolore Daniela De Stefano (Corricastrovillari) che chiude in 8h48:32. La medaglia di bronzo finisce al collo di Federica Vernò in 8h52:39, dietro di lei chiudono Maria Ilaria Fossati (9h21:01), Elena Fabiani (Women Triathlon Italia, 9h22:31) ed Eleonora Corradini (Bergamo Stars, 9h23:34).

LE ALTRE GARE - È Marco Ferrari (Atl. Paratico) a vincere la 60 km in 3h50:39, con lui sul podio Marco Serasini (Tosco Romagnola, 4h00:53) al secondo posto e Pietro Colnaghi (Merate Atletica, 4h08:57). Lorena Brusamento (Gs Gabbi), tricolore in carica della 24 ore, si conferma regina della 60 km di Seregno: il suo 4h33:31 distanzia nettamente le più immediate inseguitrici, Daniela Viccari (Monza Marathon Team, 4h52:28) e Sabina Bacinelli (Team Otc, 5h13:55). Le vittorie nella mezza maratona sono appannaggio del tricolore assoluto di maratona Ahmed Nasef (Atl. Desio) in 1h10:32 e di Silvia Radaelli (Bracco) in 1h21:24.

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

CAMPIONI ITALIANI MASTER 100 KM
SM35: Matteo Lucchese (Atl. Avis Castel San Pietro) 7h03:08
SM40: Silvano Beatrici (Gs Fraveggio) 7h17:34
SM45: Maurizio Di Paolo (Passologico) 7h54:20
SM50: Gianluca Tonetti (Team Otc) 7h05:26
SM55: Giovanni Ramponi (Atl. Vittuone 99) 8h26:28
SM60: Michele D’Errico (Pol. Marsala Doc) 9h40:04
SM65: Carluccio Bordoni (2002 Marathon Club) 10h05:08
SM70: Alfredo Sboro (Atl. Rimini Nord Santarcangelo) 12h37:00

SF35: Daniela De Stefano (Corricastrovillari) 8h48:32
SF40: Cristina Pitonzo (Gs Maiano) 8h32:16
SF45: Silvia Rizzato (La Michetta) 10h16:53
SF50: Aurelia Rocchi (Villa De Sanctis) 10h52:45
SF55: Tiziana Fasolo (Atl. Foredil Macchine Padova) 11h53:07

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: