Giorgis, un primato che vale doppio

09 Maggio 2018

Il martellista della Libertas Città di Castello torna in gara a Bastia: quest'anno ha migliorato il record regionale che resisteva dal 1991 ed è leader nazionale


 

Gregorio Giorgis ci riprova. Un mese fa quel lancio lungo, oltre la fettuccia dei 60 metri (60.52) che è valso molto all'alfiere della Libertas Città di Castello. Il 15enne (li ha compiuti il 6 dicembre) non solo ha superato per la prima volta i 60 metri, lui che nella passata stagione era stato bronzo con il nuovo limite regionale portato a 57.65 ai campionati italiani cadetti, ma ha anche migliorato il record regionale e si è issato (dove resta ancora oggi) al primo posto nella graduatoria nazionale allievi. Un 60.52 che cancella dopo 27 anni il record regionale umbro del lancio del martello (con l'attrezzo di 5 kg), primato che apparteneva ad Andrea Pecorari con 60.10.

Una misura che, seppur si è solo agli inizi della stagione estiva, anche se c'è stato il prologo della stagionale invernale dei lanci, rappresenta la migliore ottenuta in Italia quest'anno, 28 centimetri in più del coetaneo Luca Ballabio (l'unico a superare insieme a lui i 60 metri finora). E considerando che Giorgis è atleta al primo anno della categoria, questa leadership ha un valore ancor più importante in ottica futura.

L'allievo del team del presidente Ugo Maria Tanzi, peraltro autore nell'occasione di una serie importante, tornerà in pedana nel fine settimana a Bastia, sede della prima prova dei campionati di società allievi e cadetti. Un'occasione, per Giorgis, per provare ad allungare ulteriormente il suo primato. 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate