La ripresa a Viterbo, Fiumicino e Latina

20 Maggio 2020

Le società laziali ripartono, con la sfida del rispetto delle nuove norme igienico-sanitarie. Atletica Villa Gugliemi, Camposcuola di Viterbo e in terra pontina riaccendono i motori così

 

L’atletica laziale riparte! Come già annunciato domenica 17, entrano in vigore il nuovo Dpcm e l’Ordinanza della Regione Lazio che consentono la ripresa negli impianti sportivi. Come noto, per l’attività sportiva individuale si dovranno rispettare delle semplici regole, dal distanziamento tra atleti fino all’adozioni di precauzioni nell’utilizzo di pista e attrezzi, attuando tutte le regole di prevenzione anche nelle strutture. Le società ripartiranno come riterranno e a seconda della disponibilità degli impianti, adeguandosi alle nuove norme igienico-sanitarie. La sfida sarà quella di riorganizzare a livello giovanile più gruppi separati delle stesse fasce di età per rispettare il divieto di assembramento. Tra le tante società che sono ripartite, spazio a club di Fiumicino, Viterbo e Latina che, ci inviano le loro esperienza sulla ripartenza dell’attività sportiva.

FIUMICINO: L’ASD ATLETICA VILLA GUGLIELMI RIPARTE! - Da lunedì 18 maggio, sono ripresi gli allenamenti individuali nell’Impianto Sportivo Vincenzo Cetorelli di Fiumicino. Un nuovo inizio, dopo oltre due mesi di stop che, va ad inaugurare una nuova e grande stagione, nella quale l’Atletica di Fiumicino, aderente al Comitato regionale FIDAL Lazio, vuole essere punto di riferimento per agonisti e amatori.

NUOVE DIRETTIVE - Nel completo rispetto delle direttive sanitarie e nel rispetto del DCPM e dell’Ordinanza n.Z00041 del Presidente della regione Lazio del 16 maggio 2020, pubblicata dal bollettino ufficiale regionale Lazio n.64 del 16 maggio, mantenendo distanza e dispositivi di protezione, tornano in pista gli atleti e riprendono così gli allenamenti di velocità, fondo, mezzo fondo e per il lancio del peso, guidati dai tecnici Emiliano Nerli Ballati e Marco Cacciamani.

ATTIVITÀ TUTTA L’ESTATE! – “A partire da lunedì 18 maggio i tecnici certificati seguiranno le sessioni di allentamento presso l’impianto sportivo Cetorelli di via Coni Zugna 208. Ma non solo: per i prossimi mesi l’Atletica Villa Guglielmi vuole dare l’opportunità a tutti gli appassionati di avvicinarsi al mondo dell’Atletica, proseguendo le attività anche nei mesi di giugno, luglio e agosto” dicono dall’Atletica Villa Gugliemi.

La situazione di emergenza che ha coinvolto tutti da vicino e che ci ha visto tutti chiusi in casa per difenderci da un nemico invisibile e pericoloso, ha dimostrato, per assurdo, come la corsa e l’attività sportiva all’aria aperta siano fondamentali e una vera e propria richiesta sociale. Per questo motivo l’Atletica Villa Guglielmi non si fermerà nemmeno in estate, riformulando l’offerta formativa sportiva per professionisti e amatori che vogliono avvicinarsi all’Atletica. Invitiamo perciò tutti gli interessati a prendere contatto con i nostri tecnici.

LE PROSPETTIVE DELLA SOCIETA’ - «L’emergenza Coronavirus ci ha tenuti fermi in questi mesi – spiega il presidente dell’Atletica Villa Guglielmi Ludovico Nerli Ballatima ora siamo pronti a ripartire più carichi che mai. Seguendo scrupolosamente tutte le direttive imposte, come fatto finora da tutti i nostri soci; l’Atletica e i nostri tecnici, sono pronti a scendere in pista per iniziare una nuova fase per lo sport.

Aspettando il ritorno dei nostri grandi eventi di richiamo internazionale come la Best Woman, non vogliamo fermarci riformulando tutta l’attività e proseguendo l’avventura sportiva e di allenamento anche nei mesi estivi. Ci proponiamo di essere non solo l’atletica di Fiumicino ma soprattutto l’atletica per Fiumicino, per i suoi giovani e per tutti quelli che vogliono riscoprire in modo corretto e sano questo mondo. C’è l’intera comunità che si deve rimettere in moto e che auspico possa percepire quanto prima la gioia di sentirsi di nuovo parte attiva. Un’altra peculiarità dei nostri eventi è quello di vedere numerosi partecipanti. Un volano che coinvolge le istituzioni locali, il tessuto economico locale e nazionale. Per questo – conclude Nerli Ballati - siamo pronti a scendere di nuovo in pista con tante novità anche dal punto di vista degli eventi, che speriamo possano ripartire già da agosto con “Un’Americana a Fiumicino»

                                                                                              ********

VITERBO: IL CAMPO SCUOLA APRE LE PORTE - È ripartita lunedì 18 maggio pomeriggio l'attività sportiva al Campo Scuola di Viterbo, non per tutti gli atleti ma, seguendo le direttive della FIDAL regionale che gestisce l'impianto, soltanto per gli atleti di interesse nazionale. Adesso solamente per quattro! La speranza è che nelle prossime settimane, qualora migliorasse in maniera evidente la situazione nazionale legata al coronavirus, arrivino disposizioni per l'apertura dell'impianto anche ad atleti delle categorie assolute e poi man mano anche a quelli delle categorie giovanili.

RIASSETTO A 360° - Ottimo il lavoro svolto negli ultimi periodi dal presidente della FIDAL provinciale prof. Sergio Burratti e dal comitato tutto, seguendo le direttive della FIDAL Regionale del presidente Fabio Martelli, che ha reso possibile la riapertura dell'importante impianto di atletica, sanificato in parte e nuovamente utilizzabile dagli atleti. Nella riunione di lunedì pomeriggio il prof. Burratti ha illustrato, agli allenatori ed agli atleti presenti, per adesso ammessi agli allenamenti, tutta la normativa e la regolamentazione a cui dovranno attenersi in questo periodo in maniera scrupolosa, con un orario di utilizzo pomeridiano dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

LA PROVINCIA IN GRANDE FERMENTO! - Gli atleti delle società viterbesi in questi due lunghi mesi hanno continuato a mantenere vivo l'interesse per l'atletica con allenamenti condotti a casa e i più fortunati negli spazi all'aperto a loro disposizione, sotto le direttive ed i programmi consigliati dai loro allenatori, e sono in attesa di poter scendere in pista e nelle pedane il prima possibile.

Saltata tutta la stagione agonistica estiva, si spera che la situazione possa evolversi positivamente; per poter improntare le consuete gare del periodo autunnale, ritrovando stimoli e motivazioni per un graduale ritorno alla normalità.

                                                                                              ********

LATINA: SI TORNA DI NUOVO A CORRERE - In pista, per le strade, nei sentieri, ma senza dimenticare le principali norme sanitarie ed il buon senso. Di queste nozioni fondamentali, ci parlerà Davide Fioriello presidente dell’associazione “In Corsa Libera”.

INNANZITUTTO… - Dedicare tempo alla corsa, grazie alla fine di molti divieti e alla possibilità di potersi recare nel luogo di allenamento prescelto, contribuisce in toto al mantenimento di uno stile di vita sano. Ma cosa è importante non sottovalutare in questa ripartenza di massa che coinvolge migliaia di “runners senior” e corridori alle prime armi?

COME REGOLARSI - Lo stop dei mesi passati non ha di certo giovato a contrastare le tante patologie legate a scorretti comportamenti alimentari e alla sedentarietà. Essere consapevoli del proprio corpo, vuol dire ascoltarne i bisogni e correre è un ottimo modo per dare una risposta immediata a mente e fisico, in maniera pratica, economica e veloce. C’è chi comincia per la prima volta ad avvicinarsi a questo mondo e chi non ne fa mai a meno. A qualunque delle categorie si appartenga, la regola principale è non esagerare. Le prime uscite regalano una sensazione di spensieratezza e benessere del corpo, che però deve essere allenato gradualmente per evitare stiramenti e dolori muscolari nei giorni successivi.

PRIMA DI TUTTO L’IDONEITÀ - Dopo essere certi di avere superato la visita medico-sportiva, è consigliabile lavorare in principio con un’intensità costante per non affaticare l’apparato cardio-circolatorio con troppi step di corsa e camminata in sequenza. Meglio una corsa breve ma regolare.

Per chi comincia, ma anche per chi riprende a correre, è bene rispettare delle linee guida che consigliano tre giorni di allenamento settimanale, con un incremento graduale dei minuti di lavoro.

È preferibile partire seguendo il proprio grado di elasticità ed allenamento. Bisogna infatti attivare il corpo gradualmente, permettendo all’organismo di adattarsi in crescendo senza affaticarlo.

Sarà utile prendere nota dei chilometri e del tempo impiegato per percorrerli per monitorare i progressi fatti. Giorno dopo giorno, aggiungeremo così minuti alla seduta di allenamento.

QUALI EFFETTI? - Che si scelga velocità o resistenza, quindi uno sforzo anaerobico rispetto ad un lavoro sui muscoli aerobico, la corsa, in generale, velocizza il metabolismo, stimola il sistema immunitario ed innalza la temperatura corporea, contrastando l’insorgenza dell’habitat di microbi e virus. Inoltre, abbassando i livelli di stress è un ottimo alleato per migliorare le giornate e per liberare la mente.

I presupposti ci sono, non resta che indossare le scarpe giuste e cominciare a correre.

Moreno Saddi



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate