A Rieti i tricolori allievi con Aldo Andrei

14 Giugno 2018

Il marciatore valsuganotto Aldo Andrei è la punta del movimento trentino ai Campionati Italiani Allievi in programma a Rieti tra domani e domenica


 

Tutti al Guidobaldi di Rieti, per sognare un podio tricolore e - perchè no - provare ad inseguire un posto per gli Europei Under 18 di Gyor, di inizio luglio.

E' questo in fondo il senso della tre giorni di Campionato Italiano Allievi in programma in terra sabina a partire da domani, venerdì 15 giugno. Una rassegna tricolore che in chiave trentina propone soprattutto il marciatore Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino), atteso ad una cocente sfida sui 10.000 metri nel cuore di una stagione sin qui di altissimo profilo.

Oltre allo specialista del tacco-punta, la rassegna reatina vedrà presumibilmente i giovani trentini nel ruolo di outsider e spetterà dunque a loro farsi trovare pronti per acciuffare l'eventuale occasione che si presenterà, come già avvenuto - in fondo - a Vanessa Piazzola (Us Quercia Trentingrana) in occasione dei Campionati Indoor di Ancona.

 

ISCRITTI/Entries - ORARIO/Timetable I CAMPIONI ITALIANI DEL 2017 

 

DIRETTA STREAMING - Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

 

COME UN TRIAL - Il direttore tecnico delle squadre giovanili e allo Sviluppo Stefano Baldini cercherà conferme e indicazioni utili per ultimare le squadre degli Europei di Gyor. “In condizioni climatiche ideali mi aspetto un campionato italiano di livello ancora superiore rispetto allo scorso anno. È quasi un trial per gli Europei di Gyor perché il titolo italiano assicura la presenza, qualora in più di due abbiano conseguito lo standard d'iscrizione. Questo renderà le gare molto tirate. Rieti garantisce le performance e in questo momento la condizione generale è molto alta. È una fascia d’età che sta bene ed è la continuazione di un periodo extralusso per l’atletica giovanile italiana. Mi piace anche il fatto che il Sud Italia si stia riaffacciando nelle specialità tecniche. Penso per esempio a Musci e a Sztandera che dal febbraio prossimo inizierà l’iter per diventare italiano”. Tanti i temi di interesse sottolineati da Baldini: “Grandi salti in estensione femminili, e poi lo sprint in generale: ho apprezzato la scelta della Kaddari di gareggiare soltanto nei 200 per concentrare le energie sulla pista dove un anno fa ha realizzato la MPI. Nel mezzofondo regna l'incertezza e tanti atleti possono puntare al titolo. E nell’asta maschile credo ci saranno emozioni forti”.

 

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate