Tricolori: Guerrini sfiora la finale. Finale per tre

26 Luglio 2019

La mezzofondista eguaglia con 2'08"69 il suo primato. Cantarella in finale nel disco, Schertel nell'alto e Ceban nell'asta; Ricci e Santificetur in semifinale nei 100 ostacoli, Castellani out per 1 centesimo. Paoluzzi per ora sesto nel decathlon&l


 

La prima giornata dei campionati italiani assoluti di Bressanone regala un primato regionale eguagliato e un pizzico di rammarico a Gloria Guerrini. La mezzofondista dell'Arcs Cus Perugia chiude quinta la prima serie degli 800 metri femminili e con 2'08"69 eguaglia il suo recente primato regionale pur in una gara con un passaggio non velocissimo. Peccato non sia arrivata la ciliegina della qualificazione alla finale visto che il pass era appena 32 centesimi più avanti e lo ha conquistato Sophia Favalli (finalista agli europei junior).

Finale (alla fine nel computo generale sarà nona, prima delle escluse) che avrebbe premiato una ragazza che, a 31 anni, è nel pieno della maturità agonistica e si riesce a migliorarsi ancora nonostante gli impegni universitari (è reduce dalla terza laurea). 

Finale che conquista Monica Cantarella (Arcs Cus Perugia) nel lancio del disco, in attesa soprattutto del peso dove vanta la seconda misura stagionale. Nel disco chiude le qualificazioni al quarto posto (con tre ragazze già ammesse in finale in virtù dei risultati stagionali) con la misura di 47. In finale anche Eleonora Schertel (Arcs Cus Perugia) che nell'alto salta 1.70 alla seconda prova e accede fra le migliori. Accesso in finale anche per Eugeniu Ceban (Libertas Orvieto) che liquida la pratica superando 4.85 al primo tentativo.

Nelle batterie dei 100 ostacoli pass in semifinale per due delle tre ragazze dell'Arcs Cus Perugia: Elena Ricci chiude in 14"16, Nadine Santificetur in 14"36, mentre a Francesca Castellani non basta il personale di quasi un decimo perché il suo 14"52 e il primo crono delle escluse con il pass a 14"51. Pass in semifinale con la "Q" maiuscola per Giovanni Tomassicchio (Libertas Orvieto), secondo nella prima batteria dei 100 metri con 10"75

Le prima prove del decathlon vedono Roberto Paoluzzi (Libertas Orvieto) chiudere al sesto posto a quota 3498 punti a poco più di 100 punti dal terzo posto occupato da Lorenzo Naidon. Paoluzzi ha iniziato con un 1"47 nei 100 (759 punti), poi ha saltato 6.96 nel lungo (804), lanciato ad 11.14 il peso (554 punti), saltato 1.89 nell'alto (705 punti) e corso in chiusura di giornata i 400 metri in 53"13 (676 punti). Prestazioni in linea attualmente con il suo primato personale di 6932 punti se riuscirà a confermarsi nella seconda giornata. 

Nel giavellotto Ludwig Schertel (Libertas Orvieto) resta con 55.92 a quasi 4 metri dal suo primato e non raggiunge la finale per la quale sarebbe servito un ulteriore miglioramento con un lancio sopra i 60 metri. 

Da segnalare anche l'ingresso in finale nel martello femminile della ternana in forza alla Bracco Milano Serena Argenti che ha lanciato a 53.97 (quarte misura a cui si aggiungono poi le 3 ammesse di diritto). 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate